Consigli per una pulizia fai da te

PREMESSA: Tenere in ordine la casa è sempre un problema per tutti,sia per chi lavora e dispone di pochissimo tempo,sia per chi non svolge un’attività fuori casa,ma vive in una famiglia numerosa con bambini piccoli o persone anziane che richiedono cura e attenzioni particolari. Proverbio Service,impresa di pulizia a Cava De’Tirreni – Salerno -,consiglia, per evitare fatiche e perdite di tempo prezioso,di predisporre un programma settimanale,almeno per i lavori più impegnativi,per consentire un appropriata rotazione. A tale proposito è bene sottolineare che non c’è quasi nulla,nelle faccende domestiche, che non possa essere fatto in modo rapido e poco oneroso grazie ad attrezzi facili da tenere puliti,a prodotti particolari per ogni tipo di materiale,elettrodomestici perfezionati e aiuti esterni che possono svolgere lavoro per voi. Alcune tecniche minuziose e certi accorgimenti un pò sofisticati sono un aiuto prezioso destinato non solo a chi ha tempo e disponibilità per la casa,ma anche a chi,pur avendo fretta,vuole trovare subito per qualsiasi problema un suggerimento valido,perchè tradizionale e collaudatissimo…parola di Nonna Proverbio! FASE 1 Come organizzarsi: In linea di massima cercate di sbrigare al mattino alcuni lavori come rifare i letti,spazzare,spolverare,lasciando la cucina al dopo pranzo. Procedete alla pulizia accurata di un solo locale e a una più superficiale del resto dell’appartamento:in questo modo nel giro di una settimana tutti gli ambienti saranno puliti a fondo. Cercate di terminare le pulizie per ora di pranzo e dedicate il pomeriggio a lavori meno impegnativi e alle attività che vi interessano maggiormente. PELLI:naturali o no,si lavano con acqua e sapone neutro. SPUGNE:se sintetiche lavatele con acqua e soda oppure con acqua e sale(un cucchiaio per litro).Se naturali sgrassatele lasciandole immerse a lungo in acqua e ammoniaca(un cucchiaio per litro). CAFFETTIERA:non va mai lavata con detersivo;per renderle lucide sfregate le parti esterne con aceto e sale fino.

COLTELLI INOX:resteranno affilati se li pulirete con mezza patata cruda oppure con un tappo di sughero bagnato. Togliete le macchie con bicarbonato o polvere di pomice sfregando con n tappo di sughero. Per togliere le macchie di ruggine lasciate i coltelli immersi nell’olio per un paio di giorni e poi sfregateli con paglietta o polvere abrasiva.

PORCELLANA:non lavatela in acqua troppo calda per evitare incrinature e non sbiadire le decorazioni. Non immergete l’oggetto a metà nell’acqua perchè può spezzarsi. Lavate subito con acqua fredda le macchie di uovo. Togliete le macchie di tè e caffè con acqua e bicarbonato oppure con sale fino bagnato con succo di limone. TAGLIERE DI LEGNO:per deodorarlo passatelo con mezzo limone o con bicarbonato appena inumidito con acqua e dopo averlo lavato fatelo sgocciolare appeso perchè il legno non marcisca. ALLUMINIO:quando sono nuove,prima di usarle fatele bollire del latte(che poi getterete. Perchè non anneriscano aggiungete qualche goccia di succo di limone all’acqua che bolle. Per renderle lucide passatele con mezzo limone o fregatele con polvere di pomice. Se hanno il fondo coperto di calcare fatevi bollire acqua e aceto o succo di limone. Se sono incrostate,versatevi un dito di aceto o di acqua e aceto in parti uguali a fate bollire alcuni minuti finchè lo sporco si stacca,oppure lasciatele per una notte con il fondo coperto di bicarbonato o di detersivo e acqua. Se l’incrostazione è molto tenace copritela con la schiuma dello spray per il forno.

INOX:per renderle lucide usate l’aceto caldo e sciacquatele molto bene.

PADELLE DÌ FERRO:si sfregano con sale grosso,poi si puliscono con carta(da pane,o da cucina).La padella di ferro va conservata in un sacchetto di carta.

PENTOLE A PRESSIONE:se aggiungete all’acqua di cottura qualche goccia di limone non diventano scure all’interno. Non riponetele chiuse ermeticamente perchè non prendano cattivi odori.

PENTOLE TEFLONATE:per pulirle non usate oggetti che possano scalfirne il rivestimento. Quando le usate per la prima volta passatele con dell’olio.

RAME:si puliscono con un miscuglio formato da quattro cucchiai di farina gialla e un bicchiere di aceto.

SMALTATE E DÌ PORCELLANA:se sono diventate scure si sbiancano facendovi bollire acqua e perborato o con acqua candeggina.

TEGAMI DÌ COCCIO:prima di usare i tegami di coccio nuovi sfregateli dentro e fuori con uno spicchio di aglio,riempiteli d’acqua e portate lentamente a ebollizione. Non lavateli con acqua troppo calda e una volta ogni tanto fatevi bollire del latte per pulirli bene. Per deodorare i tegami fatevi bollire delle bucce di patata.

ATTENZIONE! non usateli se la vernice è scrostata.

 

 

PULIZIA CUCINA CON INGREDIENTI NATURALI

I piani cottura a gas possono essere puliti con bicarbonato di sodio, acqua calda e qualche goccia di detersivo per i piatti. Spruzzare il tutto sui fornelli e lasciare agire per qualche minuto. Con una spugna morbida e umida strofinare più volte fino a quando l’unto sarà eliminato completamente. I piani cottura con piastre in vetroceramica possono essere pulite con acqua, aceto bianco, alcool e gocce di detersivo per piatti, con spugnetta morbida onde evitare di rovinare il piano. Occorre far raffreddare la piastra prima di agire. IL FORNO può essere pulito con una pasta composta da bicarbonato, detersivo per i piatti e aceto bianco. Occorre usare abbastanza bicarbonato per far si che si formi una pasta che verrà stesa all’interno del forno in ogni sua parte. Importante e sciacquare bene. Un altro metodo è creare un detergente che agisce con il calore del forno composto da acqua, bicarbonato e sale fino. Mescolare il prodotto e strofinate su tutta la superficie interna del forno compreso le pareti. Portare la temperatura a 100 gradi e lasciare agire per 20 minuti. Far raffreddare il forno e passare con una spugna morbida bagnata. Si può passare anche con un panno umido e aceto bianco. IL FORNO A MICROONDE va fatto prima raffreddare e poi strofinato con panno in microfibra, acqua e aceto bianco. Il piatto girevole va lavato come si lava un comune piatto da cucina. Si può anche mettere un recipiente aperto con acqua, aceto bianco e bicarbonato e far riscaldare per alcuni minuti. Dopo che si è formato il vapore, passare con un panno. IL FRIGORIFERO va pulito, disinfettato e deodorato. Bicarbonato e oli essenziali al tea tree e limone, mescolati ad acqua. Mettere il tutto in uno spray e spruzzare su tutta la superficie interna del frigo. Importante è pulire bene anche le guarnizioni con una miscela composta da succo di limone, bicarbonato e acqua tiepida. Lasciare un prodotto nel frigo “cattura odori” è un ottima idea… in un vasetto o un bicchiere di vetro mettiamo 3 cucchiai di bicarbonato e 3 gocce di olio essenziale al tea tree. Sostituire dopo qualche mese. Per pulire l’esterno del frigo possiamo amalgamare il sapone di marsiglia con acqua, aceto bianco, bicarbonato. Per completare l’opera staccate la presa del frigo dalla corrente e pulite la serpentina con acqua e aceto…risparmio garantito con una serpentina sempre ben pulita! Infine passiamo alla pulizia del freezer: far sbrinare ed eliminare tutto il ghiaccio. Acqua e bicarbonato con un panno in microfibra. Risciacquare accuratamente e asciugate.

PULIZIA DEI VETRI

 

Vetri ad altezza d’uomo: La tecnica a “S” permette di eliminare le operazioni di asciugatura iniziale del bordo e lo scuotimento della gomma dopo ogni tirata, facendo risparmiare molto tempo e rendendo il lavoro piacevole ed elegante Invece di asciugare il bordo di partenza con un panno in microfibra “tagliare l’angolo superiore” direttamente con il tergivetro Invece di sbattere la stecca dopo ogni tirata, ruotare il tergivetro verso il basso, creando delle zone neutrali (asciutte) dalle quali ripartire con movimenti simili alla forma dell’arcobaleno. Ispezionare il vetro, e segnalare al cliente la presenza di eventuali grafi già pre-esistenti. Verificare che il vetro sia adatto per essere trattato con il raschietto (es. non lo è il Plexiglass); nel dubbio fare un test in una zona nascosta. Verificare che la lama non sia danneggiata e se necessario cambiarla o girarla. Le lame per i vetri sono utilizzabili da entrambi i lati. Passare il raschietto sempre e solo sul vetro BAGNATO ed in un’unica direzione DAL BASSO VERSO L’ALTO. La lamina di GOMMA deve essere INTEGRA. Ispezionarla ogni volta, se necessario lavarla, girarla dall’altro lato oppure cambiarla. Esercitare la giusta PRESSIONE sul vetro. Troppa pressione o non abbastanza pressione sul vetro determinano striature. La lamina di gomma deve aderire perfettamente al vetro. Ciò che determina l’inclinazione della lamina di gomma è la DISTANZA DELL’IMPUGNATURA dal vetro. La distanza deve rimanere costante, ed essere 6-7 centimetri. Nella tiratura orizzontale, la parte alta della STECCA deve essere INCLINATA verso la parte del vetro ancora da tirare. Questo per evitare che l’acqua rimossa cada sull’area già asciutta. Nella tecnica base, ASCIUGARE IL BORDO di partenza prima di iniziare a tirare il vetro (oppure assicurarsi che il vello non abbia raggiunto il bordo). Dopo ogni tirata orizzontale asciugare la gomma o BATTERE contro il vetro. Entrambe le operazioni possono essere dimenticate applicando la tecnica a S. La tecnica “a due mani” prevede l’utilizzo di vello e stecca contemporaneamente. Il vello in questo caso ha la doppia funzione: lavare e assorbire l’acqua che cola dopo il passaggio del tergivetro. Utile nella pulizia degli interni per evitare lo sgocciolamento sul pavimento. Utile all’esterno per lavorare più velocemente e mantenere il vello bagnato più a lungo. Certamente una tecnica da professionisti che distingue un window cleaner da un comune lavavetri. Pulizia dei vetri ad altezza uomo: rifinitura Tenere sempre con sè 2 panni in microfibra: uno asciutto per le operazioni di rifinitura sul vetro ed uno già bagnato per il serramento. Un buon window cleaner non usa più di due panni in microfibra al giorno. Se le operazioni di deragnatura, lavaggio e tiratura del vetro sono state eseguite correttamente, la rifiniturà sarà minima. Per rimuovere l’acqua che si deposita sul serramento inferiore (sporgente), NON USARE la microfibra, ma un tergivetro da 25 cm completo di una gomma vecchia oppure un tergivetro economico in plastica. Due superfici: ruvida per pulire, liscia per lucidare.

Pulizia straordinaria a Salerno

Ultimato il nostro ultimo lavoro, una pulizia straordinaria di due edifici di sette piani e del cortile che li collega con un unica entrata-uscita principale, a Salerno. La difficoltà era rappresentata dalla grata dell’ascensore, completamente avvolta dalla polvere e sporcizia non rimossa da decenni ormai e appiccicata quasi come colla. Tra l’altro sia negli stessi edifici che in un altro adiacente dei muratori stanno svolgendo dei lavori di ristrutturazione.
Usare un vaporizzatore ad altissima temperatura sarebbe stato controproducente, così come utilizzare un compressore a getto di aria compressa sarebbe stata una pessima idea…dove sarebbe finito tutto lo sporco e la polvere? …risolvere un problema per crearne un altro non rientra nella nostra cultura…E’ NELLA CURA DEL DETTAGLIO LA DIFFERENZA! L’unica soluzione era quella di aspirare. Facile da dirsi ma vi assicuro molto più complicato nell’atto pratico. Come già detto il problema non era la quantità di sporco e di polvere, ma la consistenza…sembrava che qualcuno avesse creato un impasto e l’avesse spalmato per bene con la cazzuola!Ecco il punto…perchè quella strana consistenza e quale la causa?
Salerno è una città bellissima ma umida…c’è anche tanto mare. Mettiamoci pure che siamo alla fine di Novembre e che spesso le finestre delle scale restano aperte,con i lavori in corso…la causa è stata facilmente individuata.
Proverbio Service ha in dotazione aspiratori professionali,a 3 motori ma purtroppo i primi esiti non sono stati molto soddisfacenti.Lo sporco esterno veniva via con relativa
facilità mentre la parte all’interno della grata,coperto dalla stessa,stentava a venire via.La soluzione era quella di rendere lo sporco il più asciutto possibile e noi ci siamo riusciti…come?questo resta un nostro piccolo segreto ma vi assicuro…basta aguzzare un pò l’ingegno! . Seconda difficoltà:il cortile che collega i due edifici,un misto di cemento,graniglia e segato di marmo!Necessario un monospazzola, un’ aspira liquidi e il giusto detergente professionale… assolutamente non acido. Perchè? Tutti gli inquilini del primo edificio devono obbligatoriamente attraversare il cortile per poter uscire e rientrare attraversando, tra l’altro,l’androne del secondo edificio.Ora immaginate cosa potrebbe accadere al marmo interno calpestato da decine di scarpe inzuppate di acido?Follia pura.Analizziamo intanto la caratteristica del pavimento.Il pavimento in graniglia è ottenuto attraverso l’impasto di frammenti di marmo di piccole dimensioni mescolati e legati con cemento bianco, malta,sabbia e cemento scuro.Ricorda il terrazzo veneziano.La caratteristica di questo pavimento è la facilità a perdere lucentezza e a rovinarsi anche con il solo passaggio di persone.Assorbe gli acidi e lo sporco,il passare degli anni e le intemperie non fanno altro che peggiorare la situazione.In questo caso ci sono varie soluzioni e dipende dalla richiesta del cliente:
si può effettuare una pulizia superficiale del pavimento,richiede meno tempo e costo relativamente basso,se non si hanno troppe pretese.Altrimenti la levigazione del pavimento per renderlo come nuovo o provare con la cristallizzazione che da risultati buoni ad un costo inferiore. Ai clienti la scelta!

Proverbio Service

Igiene Alimentare

Le condizioni igieniche delle mense scolastiche e di altre comunità sono questioni che toccano in maniera particolare la nostra sfera personale in quanto a queste strutture affidiamo i nostri figli più deboli e bisognosi di tutela.E’ quindi ragionevole aspettarsi che il concetto d’igiene e pulizia e l’applicazione delle norme h.a.c.c.p. siano capisaldi dei processi lavorativi di queste strutture.Non occorrono molte parole per ricordare la carenza cronica di fondi per la ristrutturazione degli edifici scolastici,la necessità di far quadrare i conti,il contenimento delle spese da parte di comuni e enti,e certamente la crisi drammatica che stiamo vivendo non aiuta,ma tutto questo non ci esime dall’obbligo di garantire ambienti salubri e degni di una società civile quale riteniamo essere.Visto che il concetto igiene è una questione personale e culturale,occorre adottare un metro univoco per la definizione di tale concetto.Il metro di riferimento sarà il report ‘esercizi pubblici,mense scolastiche ed altre collettività,mense aziendali:dati inerenti il numero dei controlli e le non conformità rilevate tra il 2007 e il 2012 dall’ asl di Milano.
Il termine generico “non conforme” è riferito a problematiche di scarsa pulizia,presenza di infestanti come topi, scarafaggi ecc e scorrette prassi di lavorazione, a cui seguono sanzioni economiche e giorni di chiusura temporanea di refettori e cucine.
L’ispezione consiste nell’osservazione diretta dei diversi aspetti dell’attività oggetto di controllo,ad esempio un impresa,un pubblico esercizio,un insediamento produttivo,una struttura sanitaria,ecc con l’obiettivo primario di controllare che non sussistano condizioni di rischio per la salute della popolazione in generale:lavoratori,utenti,frequentatori,consumatori dei beni o servizi prodotti.
Scopo dell’ispezione è verificare la conformità dell’attività ai requisiti regolamentari delle strutture e degli impianti ,delle procedure gestionali ed operative della documentazione,delle materie prime e dei prodotti finiti,dei requisiti e della formazione del personale.
ANNO 2007:su 329 controlli effettuati nelle mense scolastiche sono state rilevate 71 non conformità.Un quadro quasi idilliaco,peccato che l’anno successivo su 227 mense controllate 160 presentavano CARENZE IGIENICHE ,stesso discorso per l’ANNO 2009.Tra il 2010 e il 2012 non ci sono state significanti variazioni di tendenza.
I dati dimostrano che le NORME IGIENICHE DI BASE NON SONO COSì NOTE COME CI SI ASPETTEREBBE IN UNA MENSA SCOLASTICA.Il lieve miglioramento avvenuto in 5 anni dimostra una certa difficoltà a discostarsi dagli standard igienici abituali nonostante la pressione dei controlli e le sanzioni,se poi consideriamo che quasi sempre si è trattato di SCARSA IGIENE E PRESENZA DI INFESTANTI,l’idea che comunemente associamo al termine igiene forse non è in questo caso così calzante. La città di Milano e tra le più moderne ed efficienti del nostro paese ma la nostra idea di IGIENE E PULIZIA e vivere in modo sano non è adeguata ai tempi.
Analizzare altre realtà urbane meno dinamiche di Milano è pressochè impossibile visto la grande carenza di addetti al controllo rispetto alla vastità del territorio,dove magari le abitudini culturali sono diverse,è plausibile ipotizzare che un numero maggiore di carenze igieniche sfuggano completamente alle statistiche.E’ doverosa una considerazione:dal momento che la maggior parte delle non conformità riscontrate sono attribuibili a questioni connesse all’igiene se ne deduce che LA CONOSCENZA E L’IMPIEGO DI DETERGENTI E’POCO NOTO cosi’ come è cattiva abitudine non affidarsi a ditte specializzate del pulito.(L’IMPRESA DI PULIZIA PROFESSIONALE PROVERBIO SERVICE, Cava De’ Tirreni Salerno, vanta grande esperienza nel settore alimentare,conosce a fondo ogni problematica a riguardo ed ha in dotazione attrezzature detergenti e macchinari pronti per risolvere qualsiasi esigenza.)Che sia chiaro:il problema igiene non riguarda solo ad istituzioni pubbliche ma anche il settore privato lascia molto a desiderare. Ma quali conseguenze può portare una cattiva igiene nel settore alimentare?
LE MALATTIE trasmesse da alimenti sono un problema rilevante,soprattutto in una cultura dove la conservazione e la distribuzione di alimenti e l’abitudine di consumare pasti fuori casa è la norma.Occorre una scrupolosa sorveglianza per garantire la salute della popolazione.
Altri dati per comprendere l’entità e la gravità del problema (una media tra le città di Milano,Bologna,Roma e anche Napoli e Salerno compresa provincia):550 CASI DI DIARREA INFETTIVA,1 CASO DI BRUCELLOSI,11 CASI DI EPATITE A,150 CASI DI SALMONELLA).I casi di malattie aumentano di anno in anno.
LA SALUBRITA’ DEI LUOGHI DOVE NORMALMENTE CONSUMIAMO I NOSTRI PASTI E’ SOLO UNA QUESTIONE DI OPINIONI E LA SICUREZZA DEGLI ALIMENTI NON E’ COSI’ CERTA.
Unica certezza che emerge con forza è lo scarso impiego di detergenti professionali e la cattiva abitudine di non affidarsi a ditte specializzate.OCCORRE UNA MAGGIORE CONSAPEVOLEZZA DI COSA SIANO LA PULIZIA E L’IGIENE.

Organizzazione dei lavori di pulizia. 2

Proverbio Service ( Cava De’ Tirreni – Salerno ) istruisce i suoi collaboratori in modo accurato. Ciò nonostante è fondamentale consultare la scheda tecnica di ogni prodotto utilizzato onde evitare il contatto sconsiderato con prodotti nocivi per le persone o corrosivi per le superfici da trattare.Cautela e competenza.Guanti e mascherine sono fondamentali per cautelarsi. Proverbio Service evita l’utilizzo di prodotti forti in locali di piccole dimensioni o con poco ricambio d’aria,di dosi eccessive o di diluire prodotti in modo non conforme alla scheda tecnica.Prodotti non per uso interno che possono corrodere superfici delicate e provocare grave danno alle mucose se inalati. Ricordiamo che una superficie corrosa diventa covo per batteri ancor più dell’incrostazione che si vuole eliminare! L’uso spropositato di prodotti reca grave danno anche sul nostro ecosistema…parsimonia quindi! Fondamentale è la manutenzione,la pulizia e la conservazione delle attrezzature adoperate. Tutte le attrezzature i panni adoperati vengono rigorosamente lavati e disinfettati onde evitare il propagarsi di infezioni. Proverbio Service dispone di lavatrici apposite per il lavaggio dei panni utilizzati,ad alta temperatura e disinfettante,lavatrice che verrà in un secondo momento disinfettata a carico vuoto.Tuttavia è importante dosare in maniera corretta il disinfettante secondo la scheda tecnica e alla giusta temperatura(60 gradi). Proverbio Service per economizzare il più possibile e mantenere allo stesso tempo la qualità del prodotto acquista detergenti professionali in grandi taniche.Un ‘altra problematica è quindi il travaso dei prodotti in taniche più piccole facilmente adoperabili per le pulizia sul posto interessato. Mascherine e guanti, imbuto,durante il travaso.Prima però è fondamentale pulire a fondo i contenitori più piccoli ed etichettarli con denominazione del prodotto e precauzioni da adoperare per evitare rischi. Proverbio Service istruisce i propri collaboratori affinchè si raggiunga l’obiettivo prefissato nel modo corretto, salvaguardando la salute. Occorre preparare i carrelli in modo accurato con i soli prodotti che occorrono:è inutile riempirli di prodotti che poi risulteranno inutilizzabili portando con se un peso eccessivo.Le aste per il lavaggio di pavimenti devono essere allungabili per garantire sempre una corretta postura cosi come gli aspiratori.Grandi quantità di panni in microfibra per spolverare o pulire superfici in modo che possano essere sostituiti in modo da evitare improbabili e inefficaci risciacqui. Ricordiamo che non sempre si ha la possibilità di usufruire di acqua calda e quindi, soprattutto in inverno,risulta traumatizzante il contatto continuo con acqua gelida. Proverbio Service ha in dotazione aste telescopiche con mop in microfibra e secchi con auto strizzatore in modo che il risciacquo non necessita il contatto diretto delle mani con l’acqua.

Organizzazione dei lavori di pulizia. 1

L’obiettivo della Proverbio Service ( Cava De’ Tirreni – Salerno – ), nelle operazioni di pulizia, è quello di, oltre rimuovere lo sporco in genere, igienizzare gli ambienti tutti soprattutto negli spazi in cui convivono molte persone o comunque dove ci sia un gran via vai di individui. Fondamentale l’uso di acqua sempre pulita e detergenti che evitano, in buona parte, la coesione tra superficie e sporco facilitando la rimozione di quest’ultimo con una certa facilità.L’azione dei detergenti professionali in dotazione alla Proverbio Service ha soprattutto la funzione di ridurre al minimo o addirittura eliminare la carica batterica presente sulle superfici trattate. Il procedimento di pulizia professionale non è mai costituita da una sola azione ma da tante operazioni effettuate in modo organizzato. Innanzi tutto occorre rimuovere lo sporco attraverso azioni forti sia effettuati manualmente o, quando occorre, con l’ausilio di macchine(monospazzola,vaporizzatori professionali,aspiratori ecc). L’operazione all’occorrenza verrà ripetuta una seconda volta con l’ausilio del detergente adatto. Fondamentale è risciacquare con acqua abbondante e se occorre asciugare. Consigliamo vivamente di far areare sempre i locali dove sono state svolte le pulizie nonostante Proverbio Service si avvale di prodotti per interni non nocivi con tanto di certificazione. Oltre a detergenti specifici fondamentale è l’ausilio di attrezzature e macchinari professionali. Ogni detergente ha una sua caratteristica e deve essere utilizzato nel luogo adatto e con la massima accortenza. Anche le attrezzature devono rispondere all’esigenza del locale da pulire e bisogna saperlo individuare per rendere tutto il più efficace possibile. Proverbio Service ha in dotazione le seguenti attrezzature: Panni in microfibra di diversi colori rigorosamente da utilizzare in luoghi diversi(ad esempio i panni verdi verranno utilizzati esclusivamente per la pulizia dei bagni). Scope tradizionali,aspiratori elettrici e a batteria,per garantire l’eliminazione della polvere.Aste e velli allungabili per la rimozione di ragnatele e vetrate in altezza.Per la pulizia dei pavimenti aste telescopiche e panni in microfibra o panni abrasivi.Dopo ogni utilizzo tutti i panni e moci in microfibra verranno lavati e disinfettati in apposita lavatrice. Ogni collaboratore della Proverbio Service ha in dotazione un camice,guanti,scarpe o stivaletti antiscivolo.

Lo Sporco…

LO SPORCO:
Definizione: la pulizia è l’assenza di sporco e di conseguenza lo sporco è tutto ciò che è sudicio, non pulito,il nemico da combattere per mezzo della pulizia insomma. Per sconfiggerlo è fondamentale però conoscerlo a fondo. Racconto un episodio accaduto un pò di tempo fa: La Proverbio Service fu contattata da una signora di Salerno, parecchio demoralizzata, per un problema riguardante il suo bellissimo pavimento di mattonelle enormi, bianche in gres porcellanato. Quasi 150 metri di pavimento, ritornato allo splendore di una volta grazie all’intervento di colleghi di un’altra impresa di pulizia. Avevano sgrassato per bene il pavimento con un prodotto professionale, monospazzola e disco abrasivo e aspiraliquidi. Un buon lavoro su tutta la superficie con un ottimo risultato ovunque tranne che in cucina! Pavimento identico, stesse macchie nere eppure nonostante vari tentativi nessun risultato! Come poteva essere possibile? Durante il sopralluogo chiesi gentilmente alla signora di prestarmi il suo secchio con acqua pulita,il suo detergente per lavare i piatti, un pò di aceto di vino e bicarbonato. Mi feci anche regalare la sua spugnetta per lavare i piatti, usata. Dovevo fare in fretta,la pazienza della signora ormai era al culmine!!! Versai il bicarbonato e il detersivo per i piatti su una mattonella,un goccio di aceto e iniziai a sfregare con la spugnetta. Due minuti per tutta l’operazione e 3 minuti lasciai agire sul pavimento il composto. Dopo i 5 minuti risciacquai il tutto e,come per magia, la mattonella diventò splendente! Morale della favola: non sono un mago…lo sporco del pavimento all’ingresso di casa,nel salone e nelle camere era chimicamente diverso dallo sporco della cucina! anche se all’apparenza erano macchie nere ovunque, c’è una fondamentale differenza tra lo sporco causato da scarpe sporche, terriccio ecc e lo sporco grassoso che si può annidare in una cucina ed il trattamento deve essere sempre specifico, di caso in caso, per ogni tipologia di sporco!

Per lavorare nelle pulizie non basta più improvvisarsi!

Formazione e competenze riconosciute nelle pulizie: è la sfida di legaqual2do.

“Un progetto transnazionale che
coinvolge Italia, Francia, Inghilterra,
Belgio e Lettonia mira a
certificare le competenze degli
operatori delle pulizie. I primi risultati
presentati in giugno a Vicenza.
“Dopo la prima fase, di 3
anni, si punta a una diffusione regionale
e nazionale”, dice Antonietta Campesato di CNA. “Servono competenze riconosciute a
livello europeo, non ci si può più
improvvisare o si rischia di perdere i lavori”.

“La mia paura è che, mentre noi restiamo
a guardare alla finestra, gli altri arrivino
e ci soffino il lavoro. Non tanto
perché sono più capaci e più bravi, ma
perché sono più organizzati: guardi cosa
sta succedendo ai treni e alle case di
cura e di riposo: le imprese che provengono
dall’estero sono sempre più numerose
e agguerrite”.
Indispensabile formarsi e
aggiornarsi
L’allarme arriva da Antonietta Campesato,
presidente CNA Vicenza, all’indomani
della presentazione dei risultati
del progetto europeo LeGaQual2DO, a
cui ha partecipato con entusiasmo. “Per
lavorare nelle pulizie non basta più improvvisarsi.
Noi maneggiamo prodotti
chimici e macchine anche complesse e
costose, andiamo in casa dei clienti, gestiamo
un lavoro non semplice e dobbiamo
avere conoscenze e competenze
in vari campi, anche per un fatto di sicurezza.
E’ impensabile che siamo tra i
pochissimi in Europa a non avere certificazioni:
da tempo andiamo dicendo
che per lavorare nel nostro settore serve
una certificazione, e adesso a chiedercela
è la realtà del mercato, che in Europa
si sta evolvendo e sviluppando molto
rapidamente”.
Un limite non più accettabile
Continua Campesato: “Mentre altre professioni
possono esercitare le loro competenze,
certificate da una laurea, un diploma
o un formale titolo professionale,
in qualsiasi paese europeo, lo stesso
non si può dire per gli specialisti delle
pulizie, che hanno imparato il lavoro sul
campo ma non possono tuttora accedere
a qualifica professionale, né vedere
riconosciute le proprie competenze a livello
europeo. E questo, in tempi d’integrazione
europea, è un limite non più
accettabile. Per ovviare a questo limite
strutturale è in corso, a seguito di una
Raccomandazione UE approvata nel luglio
2009, un processo innovativo che
mira a riconoscere agli operatori, divenuti
specialisti sul posto di lavoro, una
qualifica valida in tutta Europa”.
I primi risultati presentati
a Vicenza
E’ su questa traccia che è nato il progetto
LeGaQuAl2Do, – Learning and
get qualified to be recognized (in traduzione:
apprendere e acquisire qualifiche
che siano riconosciute), co-finanziato
dal programma Lifelong Learning
Program (LLP), con l’obiettivo di sviluppare
e promuovere il riconoscimento
di qualifiche professionali a coloro che
non hanno la possibilità di accedere alla
qualificazione di base. Il progetto è
stato coordinato dal capofila francese
Régie des Ecrivains di Strasburgo. Dopo
una fase di costruzione e d’impostazione
del materiale didattico, i primi 20
operatori specializzati (4 per ogni paese
partner) sono andati a fare esperienza
trans-nazionale in un Paese europeo
diverso dal proprio.
Vicenza partecipa al progetto
Nel caso specifico alcuni operatori vicentini,
professionalmente formati e impostati
da Comune di Vicenza, Studio
Centro Veneto e ditta Campesato (l’impresa
della stessa Antonietta Campesaformazione
e competenze riconosciute
nelle pulizie: è la sfida di legaqual2do
Un progetto transnazionale che
coinvolge Italia, Francia, Inghilterra,
Belgio e Lettonia mira a
certificare le competenze degli
operatori delle pulizie. I primi risultati
presentati in giugno a Vicenza.
“Dopo la prima fase, di 3
anni, si punta a una diffusione regionale
e nazionale”, dice Anto- nietta Campesato di CNA. “Ser- vono competenze riconosciute a
livello europeo, non ci si può più
improvvisare o si rischia di per- dere i lavori”.
di Carlo Ortega
to), sono andati a Liegi (Belgio), mentre
altri operatori lettoni sono arrivati a
Vicenza. Gli operatori delle pulizie vicentini
a Liegi, al termine del proprio
percorso formativo sono stati sottoposti
ad una vera e propria formale verifica,
che hanno superato a pieni voti. Il Comune
di Vicenza, in collaborazione con
il Centro Studio Veneto, ha così partecipato
al partenariato composto da tre
enti francesi (una cooperativa sociale,
un centro di formazione e un ente certificatore),
un ente inglese e uno lettone
specializzati nell’accompagnamento al
lavoro di persone in svantaggio sociale,
e un ente pubblico belga che si occupa
di disabilità. E proprio a Vicenza, il 22
giugno scorso, si è svolto il seminario di
chiusura del progetto.
Una collaborazione virtuosa
“Una chiusura – commenta Campesato
– che in realtà è un nuovo inizio, perché
abbiamo l’intenzione di portare il
progetto a livello regionale e, poi, nazionale.
Nel nostro settore c’è bisogno
di formazione certificata, e, con questo
diploma, gli operatori formati e certificati
hanno anche la possibilità di uscire
dall’Italia e lavorare in Europa con un
titolo riconosciuto. I destinatari del progetto
(oltre alla pulizia erano interessati
anche il settore delle aree verdi e della
vendita al dettaglio), durato 36 mesi,
sono stati giovani e adulti che per svariati
motivi non hanno completato l’educazione
scolastica di base. Il riconoscimento
e la certificazione delle loro competenze
sono stati resi possibili grazie
alla creazione di una collaborazione fra
organizzazioni di formazione, di certificazione
e cooperative sociali”.
Il training by doing
“Finalmente un progetto che valorizza le
competenze professionali maturate sul
campo, anche per lavoratori non in possesso
di qualifiche formali – commenta
Campesato-. E poi, la mobilità europea
è davvero una bella occasione di crescita
umana, oltre che lavorativa. Il passo successivo,
una volta terminato il progetto,
sarà quello di proporre alla Regione
Veneto tutto il materiale e gli strumenti
costruiti, nonché i risultati raggiunti. E’
ormai necessario che le strutture regionali
decidano di fare quel passo necessario
per portare a qualifica professionale
riconosciuta a livello europeo, tutte le
competenze che gli operatori delle pulizie
acquisiscono ogni giorno nel loro
lavoro. Anche per riconoscere la giusta
dignità ad un lavoro importante”.
I dettagli
Il progetto, programmato come dicevamo
su un arco triennale, si è sviluppato
attraverso una serie di visite tecniche,
tecnologiche, di confronto reciproco e
didattiche nei vari paesi partner, allo scopo
di definire percorsi di apprendimento
e consolidamento applicativo di taglio
pratico, caratterizzati da una forte connotazione
professionale. Si è partiti dalla
constatazione dello stato di fatto: “Se in
Francia e Belgio gli operatori delle pulizie
hanno la possibilità di arrivare a qualifica
professionale e ricevere formale attestazione
delle proprie competenze, in
altri paesi, tra cui l’Italia, questo percorso
non è previsto. Ma l’Unione Europea
chiede l’armonizzazione della certificazione
delle competenze acquisite nel posto
di lavoro. Con la logica di “imparare
facendo” sono stati messi a punto una
serie di strumenti informatici, di utilizzo
estremamente pratico e di facile e immediata
comprensione, estendibili in futuro
a tutte quelle persone che, dotate di una
determinata competenza nello svolgere
determinate attività nel proprio specifico
paese, potrebbero svolgerle anche in
altri paesi europei. Attraverso una app
gratuita di facile installazione su tablet e
smartphone è stato così possibile dotare
il lavoratore di supporti formativi direttamente
sul posto di lavoro”.
Gli strumenti informatici
Il team LeGaQual2DO ha infatti costruito
e messo a disposizione una serie
di strumenti informatici utili a supportare
i beneficiari finali nel percorso di
formazione, come l’ “Interactive pedagogical
tool”, una app scaricabile gratis
su smartphone e tablet, che ha supportato
i supervisori che hanno affiancato
gli utenti durante la fase di formazione.
Il tool contiene regole, contenuti di base,
metodi e tecniche relativi allo svolgimento
di particolari mansioni, evidenziando
errori comuni e fornendo dettagliate
spiegazioni delle attività da compiere
attraverso immagini e testi scritti
e vocali disponibili in tutte le lingue dei
paesi partner. A questo si è aggiunto un
Digital skills portfolio, piattaforma digitale
all’interno della quale le competenze
acquisite durante la formazione sul
posto di lavoro sono state validate per
costruire il passaporto delle competenze,
documento utile nella fase di ricerca
di lavoro che attesta le competenze
possedute, certificabili e riconosciute in
tutta Europa.
I risultati conseguiti
Fra i risultati raggiunti: la formazione
di un gruppo di lavoro con il compito
di svolgere un’analisi dello stato attuale
in termini di formazione professionale
e certificazione delle competenze;
la creazione di un portfolio europeo di
competenze acquisite durante l’attività
lavorativa e spendibili poi in tutta Europa
attraverso la certificazione; lo sviluppo
di strumenti di insegnamento interattivi
nei settori coinvolti; un periodo
di prova della tecnica di apprendimento
sul posto di lavoro attraverso la mobilità
professionale dei partecipanti al fine
di rendere possibile il trasferimento delle
competenze in Europa, e la seguente
valutazione degli impatti. Tutte cose
di cui, nel settore della pulizia, si sente
un grande bisogno. “Auspichiamo –dice
Campesato – che il messaggio arrivi
anche al mondo della politica e delle
istituzioni, e a chi prende decisioni in
queste materie”.

di Carlo Ortega

Proverbio Service Impresa Di Pulizia e Sanificazione Salerno

L’impresa di Pulizia e Sanificazione Proverbio Service nasce a Cava De’ Tirreni, in provincia di Salerno, e si dedica all’ igiene ambientale. L’impresa è nata grazie all’ intuizione di due imprenditori che da anni operano nell’ ambito dell’igiene, della chimica e della tecnologia degli alimenti.

La nostra azienda dispone di attrezzature e macchinari professionali in grado di soddisfare qualsiasi esigenza e di  personale  altamente qualificato,  costantemente monitorato e aggiornato. Ci avvaliamo della collaborazione di un chimico pronto a risolvere sul posto qualsiasi problematica (servizio gratuito) ed inoltre disponiamo di una squadra operativa per garantire un tempestivo intervento ad eventuali richieste di emergenza.

Disponiamo di macchinari di ultima generazione :

I-Mop

E’ la vera rivoluzione nel mondo del cleaning! Non solo una straordinaria lava-asciuga ma una potentissima macchina per il trattamento di tutti i tipi di pavimenti grazie alle  4 funzioni che la caratterizzano. Eccezionale per i lavaggi di fondo e come aspira liquidi. Maneggevole, con una rotazione di 360 gradi!

LS 38 L-ION

Mini spazzatrice aspirante multifunzione “TWIN FORCE” a batteria per pavimenti e tappeti … unica al mondo grazie ai suoi “soli” 14 cm di altezza riesci ad infilarsi sotto mobili, letti, automobili.

 

I-VAC I-SCRUB I-MOP

Macchine di ultima generazione. Anni di innovazione e sviluppo hanno perfezionato la serie I-VAC, I-SCRUB, I-MOP. Sono la più potente risposta alle richieste dell’industria  della pulizia!

SW15 HOT-FOAM  è la macchina ideale per la pulizia con asciugatura rapida dei tessuti imbottiti. Questa macchina eroga, tramite una spazzola, sul tessuto da lavare, una schiuma densa  che viene aspirata successivamente recuperando lo sporco. La schiuma viene riscaldata all’accensione grazie alla caldaia  presente nella macchina e non penetra in profondità ma agisce sulla superficie, proprio dove si deposita lo sporco. Inoltre la Sabrina Hot Foam è dotata di compressore interno che la rende indipendente e permette l’utilizzo in qualsiasi luogo. Accessorio importante è il pattino  NS 270 BRUSH utilizzato per il lavaggio professionale di moquette e tappeti. Grazie all’azione della  spazzola cilindrica, della schiuma calda erogata e dell’aspirazione ad alta depressione, garantisce una pulizia eccellente ed un’asciugatura in tempi brevissimi!

TASKI ERGODISC HD

è la macchina a bassa velocità (150 rpm) per effettuare lavori pesanti come lo strippaggio pavimenti e cristallizzazione del marmo con eccellenti prestazioni di strofinamento meccanico. Grazie al suo motore estremamente potente ad alta torsione e la trasmissione a ingranaggio planetario si può effettuare qualunque tipo di lavoro gravoso su tutte le superfici . Ideale per micro levigatura marmo, cristallizzazione marmo, trattamento cotto, parquet, granito, gres…

Proverbio Service opera nella città di Salerno e provincia, Napoli e provincia e si occupa principalmente di:

1 ) Villaggi Turistici e Residence in quanto occorre grande organizzazione di squadra e adeguati strumenti per garantire la pulizia nel lasso di tempo che intercorre tra la partenza e l’arrivo dei vacanzieri.

Fondamentale è l’ausilio del vaporizzatore igienizzante e aspiratori (polveri,solidi e liquidi) per garantire massima efficacia in breve tempo.

2) Pulizia di condomini che comprende una serie di servizi che è consigliato affidare ad aziende specializzate. In questo settore Proverbio Service è altamente affidabile. Parlare di un condominio infatti presuppone di considerare un edificio strutturalmente molto complesso.

Fanno parte delle aree condominiali i corridoi d’ingresso, le scale, gli ascensori, i parcheggi, i cortili, i giardini, le aiuole, i box auto, e molto altro ancora.

Da diversi anni Proverbio Service offre un servizio di qualità per la pulizia di uffici, appartamenti. Garantiamo risultati impeccabili in tempi contenuti e costi alla portata di tutti.

Operando da decenni nel settore della pulizia professionale ma mantenendoci al passo con i tempi la strumentazione e la competenza del personale, siamo in grado di assolvere a tutte le richieste della più variegata clientela.

3) PULIZIA E SANIFICAZIONE CENTRI COMMERCIALI NEGOZI AUTOSALONI

Proverbio Service dispone di macchine che lavano e asciugano contemporaneamente ,adatte a grandi aree quali possono essere centri commerciali e grandi negozi.

Abbiamo esperienza nella pulizia di autosaloni garantendo la massima pulizia anche sulla pavimentazione dove sono esposte le autovetture.

4) PULIZIA E SANIFICAZIONE MOTOSCAFI, CABINATI E YACHT

Proverbio Service opera con la massima cura dei materiali pregiati con cui le imbarcazioni sono costruite. E’ abituato a operare in spazi ridotti ma ricchi di numerosi dettagli da curare.

Inoltre sceglie con cura la propria dotazione di prodotti in funzione delle superfici caratteristiche delle barche, con particolare attenzione al trattamento di muffa, ruggine, calcare e materiali delicati come l’eco pelle utilizzata spesso per i rivestimenti interni..

5) Laboratori d’analisi, cliniche, ospedali, studi medici e odontoiatrici la pulizia è un fattore d indispensabile importanza, poiché, vi è untissimo rischio di infezioni e proliferazione di virus e batteri.

Proverbio service utilizza attrezzature e prodotti ad uso professionale e nel rispetto delle norme igienico sanitarie.

5) TRATTAMENTO E SANIFICAZIONE PROFESSIONALE DI PAVIMENTI (MICRO LEVIGATURA E CRISTALLIZZAZIONE MARMO,COTTO,GRES…

Con l’ausilio della potente  monospazzola orbitale,  ci occupiamo di micro levigatura, cristallizzazione e ceratura del marmo e del granito, ripristino del parquet, trattamento del cotto,del gres, linoleum e tutti i tipi di pavimenti.”

6) PULIZIA E SANIFICAZIONE PALESTRE, PISCINE E CENTRI SPORTIVI

La pulizia degli impianti sportivi e delle piscine richiede un livello di attenzione maggiore rispetto ai normali ambienti di lavoro, perché si tratta di strutture adibite ad uso pubblico e sotto stretto controllo sanitario da parte delle ASL per l’alto rischio di diffusione di batteri, virus e allergie.

A questo fine, Proverbio Service,alterna prodotti detergenti e disinfettanti con prodotti acidi e anticalcare, in modo da garantire un corretto livello di pulizia.

7) PULIZIA E SANIFICAZIONE ALBERGHI, HOTEL, BED AND BREAKFAST

La nostra impresa è specializzata nella pulizia di Alberghi, Hotel, ecc. in quanto occorre grande organizzazione di squadra e adeguati strumenti per garantire la pulizia nel lasso di tempo che intercorre tra la partenza e l’arrivo dei vacanzieri.

Fondamentale è l’ausilio del vaporizzatore igienizzante e aspiratori (polveri,solidi e liquidi) per garantire massima efficacia in breve tempo.

8) PULIZIA E SANIFICAZIONE SEDILI E TAPPEZZERIA

Pulizia sedili di treni, sedili ed interni auto, poltrone e divani, tappeti, moquette, navi, aerei, cinema, teatri, pullman.