Consigli per una pulizia fai da te

PREMESSA: Tenere in ordine la casa è sempre un problema per tutti,sia per chi lavora e dispone di pochissimo tempo,sia per chi non svolge un’attività fuori casa,ma vive in una famiglia numerosa con bambini piccoli o persone anziane che richiedono cura e attenzioni particolari. Proverbio Service,impresa di pulizia a Cava De’Tirreni – Salerno -,consiglia, per evitare fatiche e perdite di tempo prezioso,di predisporre un programma settimanale,almeno per i lavori più impegnativi,per consentire un appropriata rotazione. A tale proposito è bene sottolineare che non c’è quasi nulla,nelle faccende domestiche, che non possa essere fatto in modo rapido e poco oneroso grazie ad attrezzi facili da tenere puliti,a prodotti particolari per ogni tipo di materiale,elettrodomestici perfezionati e aiuti esterni che possono svolgere lavoro per voi. Alcune tecniche minuziose e certi accorgimenti un pò sofisticati sono un aiuto prezioso destinato non solo a chi ha tempo e disponibilità per la casa,ma anche a chi,pur avendo fretta,vuole trovare subito per qualsiasi problema un suggerimento valido,perchè tradizionale e collaudatissimo…parola di Nonna Proverbio! FASE 1 Come organizzarsi: In linea di massima cercate di sbrigare al mattino alcuni lavori come rifare i letti,spazzare,spolverare,lasciando la cucina al dopo pranzo. Procedete alla pulizia accurata di un solo locale e a una più superficiale del resto dell’appartamento:in questo modo nel giro di una settimana tutti gli ambienti saranno puliti a fondo. Cercate di terminare le pulizie per ora di pranzo e dedicate il pomeriggio a lavori meno impegnativi e alle attività che vi interessano maggiormente. PELLI:naturali o no,si lavano con acqua e sapone neutro. SPUGNE:se sintetiche lavatele con acqua e soda oppure con acqua e sale(un cucchiaio per litro).Se naturali sgrassatele lasciandole immerse a lungo in acqua e ammoniaca(un cucchiaio per litro). CAFFETTIERA:non va mai lavata con detersivo;per renderle lucide sfregate le parti esterne con aceto e sale fino.

COLTELLI INOX:resteranno affilati se li pulirete con mezza patata cruda oppure con un tappo di sughero bagnato. Togliete le macchie con bicarbonato o polvere di pomice sfregando con n tappo di sughero. Per togliere le macchie di ruggine lasciate i coltelli immersi nell’olio per un paio di giorni e poi sfregateli con paglietta o polvere abrasiva.

PORCELLANA:non lavatela in acqua troppo calda per evitare incrinature e non sbiadire le decorazioni. Non immergete l’oggetto a metà nell’acqua perchè può spezzarsi. Lavate subito con acqua fredda le macchie di uovo. Togliete le macchie di tè e caffè con acqua e bicarbonato oppure con sale fino bagnato con succo di limone. TAGLIERE DI LEGNO:per deodorarlo passatelo con mezzo limone o con bicarbonato appena inumidito con acqua e dopo averlo lavato fatelo sgocciolare appeso perchè il legno non marcisca. ALLUMINIO:quando sono nuove,prima di usarle fatele bollire del latte(che poi getterete. Perchè non anneriscano aggiungete qualche goccia di succo di limone all’acqua che bolle. Per renderle lucide passatele con mezzo limone o fregatele con polvere di pomice. Se hanno il fondo coperto di calcare fatevi bollire acqua e aceto o succo di limone. Se sono incrostate,versatevi un dito di aceto o di acqua e aceto in parti uguali a fate bollire alcuni minuti finchè lo sporco si stacca,oppure lasciatele per una notte con il fondo coperto di bicarbonato o di detersivo e acqua. Se l’incrostazione è molto tenace copritela con la schiuma dello spray per il forno.

INOX:per renderle lucide usate l’aceto caldo e sciacquatele molto bene.

PADELLE DÌ FERRO:si sfregano con sale grosso,poi si puliscono con carta(da pane,o da cucina).La padella di ferro va conservata in un sacchetto di carta.

PENTOLE A PRESSIONE:se aggiungete all’acqua di cottura qualche goccia di limone non diventano scure all’interno. Non riponetele chiuse ermeticamente perchè non prendano cattivi odori.

PENTOLE TEFLONATE:per pulirle non usate oggetti che possano scalfirne il rivestimento. Quando le usate per la prima volta passatele con dell’olio.

RAME:si puliscono con un miscuglio formato da quattro cucchiai di farina gialla e un bicchiere di aceto.

SMALTATE E DÌ PORCELLANA:se sono diventate scure si sbiancano facendovi bollire acqua e perborato o con acqua candeggina.

TEGAMI DÌ COCCIO:prima di usare i tegami di coccio nuovi sfregateli dentro e fuori con uno spicchio di aglio,riempiteli d’acqua e portate lentamente a ebollizione. Non lavateli con acqua troppo calda e una volta ogni tanto fatevi bollire del latte per pulirli bene. Per deodorare i tegami fatevi bollire delle bucce di patata.

ATTENZIONE! non usateli se la vernice è scrostata.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *